Filtrare acqua

come filtrare acqua: informazioni e suggerimenti

Filtrare l’acqua è un’azione meccanica utile ad eliminare da essa sostanze inquinanti. L’azione filtrante può variare nella tipologia ed efficacia a seconda del sistema che si sceglie di adottare e al grado di efficacia dello stesso. Entriamo nel dettaglio della soluzione “depurazione acqua” per mezzo dei cosiddetti filtri o sistemi filtranti con l’obiettivo di fornirvi spunti per capire se e come rivolvere le vostre esigenze di trattamento in casa o presso l’attività.

Filtrare l’acqua da bere

Filtrare l’acqua è un’azione meccanica che si compie attraverso la separazione di sostanze dall’acqua, se in essa presenti. L’acqua che arriva nelle abitazioni è sottoposta a due diverse tipologie di controlli: uno a monte dell’intero sistema, e quindi alla fonte, e uno presso l’acquedotto comunale . In linea teorica, l’acqua potabile che si riceve in casa o in ristorante arriva a voi già controllata e trattata per evitare sia la contaminazione da inquinanti pericolosi, sia la presenza di sostanze che ne annullino la potabilità.

Ma poiché l’acqua pubblica è, comunque, interessata da problemi di diversa natura è altresì risaputo che la sua sicurezza è minacciata da contaminazioni. Oggi, comunque, la diffusa letteratura sul settore ci informa molto bene anche dei problemi a cui l’acqua potabile è esposta quando è distribuita dalla rete privata domestica o condominiale che ne può seriamente compromettere la potabilità.

La grande disponibilità di informazioni sull’argomento oggi rende l’utente sicuramente più informato e preparato, eppure la difficoltà oggettiva che si incontra nella scelta di una soluzione per filtrare l’acqua è quella di capire quale soluzione sia la più indicata. Se la rete pubblica distribuisce acqua di bassa qualità, e tipicamente ciò avviene nelle grandi pianure, l’utenza avrà sviluppato sensibilità e predisposizione verso L’adozione di filtri acqua che permettono di eliminare sostanze, odori e sapori.

Solo conoscendo qual’è l’esatto problema dell’acqua nella propria rete si possono, però, valutare consapevolmente soluzioni mirate per risolverlo. Questo perchè l’offerta tecnologia è ampia e diversificata e, spesso, mirata a risolvere in maniera specifica problemi di natura diversa.

Filtrare l’acqua : problemi diversi, soluzioni mirate

Oggi si può applicare la filtrazione con diversi livelli di efficacia poichè la tecnologia mette a disposizione sistemi semplici ed economici come la microfiltrazione e altri più avanzati come l’osmosi inversa.

La Microfiltrazione è di facile installazione perché in genere è installabile sotto il lavello della cucina, ad esempio. Si tratta di sistemi composti da una unità filtrante in cui scorre l’acqua collegata con il rubinetto sul lavello. Essendo tali unità composte di materiali diversi (membrane, carboni attivi) le stesse permettono, però, di eliminare solo determinate caratteristiche dell’acqua:

    • Cattivi odori e cattivo sapore
    • Presenza di scorie e Detriti
    • Alte concentrazioni di Cloro
    • Alcuni batteri inquinanti

    I filtri potranno ridurre la presenza di una sola tipologia di sostanze elencate, per questo sarà fondamentale far eseguire un test che identificherà esattamente quale elemento predomina dando all’acqua un carattere negativo.

    La filtrazione che avviene attraverso la tecnologia dell’osmosi inversa, invece, è molto più efficace. Si applica ad impianti che filtrano l’acqua mediante membrane ad elevatissima capacità filtrante in grado di bloccare sostanze appena più grandi di una molecola di acqua. E questo si traduce nell’eliminazione del 99% di batteri e sostanze estranee dall’acqua che viene, quindi, immessa nella rete domestica pura e sicura.

Menu